TUSCANY TRAIL: 30 maggio 2021 (il racconto di un sogno realizzato)

(Testo e foto di Doris Vescovo e Fabio Sommavilla)

Il Tuscany Trail è un evento bikepacking che si svolge tutti gli anni in Toscana e fa vivere ai partecipanti  un’avventura unica, lunga 470 Km con un dislivello di quasi 7000 m  permettendo di attraversare foreste incantate e centri storici millenari. 

Ad ogni edizione si iscrivono centinaia di ciclisti da vari Paesi del mondo. Quest’anno assieme ai 1530 iscritti, partecipavano a questa edizione tre soci del XC Team: Fabio Sommavilla, Doris Vescovo e Federico Pasini.

Il percorso che partiva da Massa centro e si concludeva ad Orbetello era un’unica tappa che si poteva suddividere come meglio si credeva, scegliendo dove/quando mangiare e dove/quando dormire.

 Il nostro socio Federico “gustandosi” i paesaggi diurni e notturni, ha concluso la sua avventura in tre giorni.

Raccontare tutto quello che si è vissuto, è un’impresa ardua… i dolori alle gambe, le vesciche in punti dove non batte il sole, il dolore di stare seduti in sella per tante ore….

Rimarranno però nella mente i paesaggi ed i paesi che abbiamo visto,le strade bianche, i vigneti del Chianti, le faticose salite per raggiungere San Gimignano, Volterra, Monteriggioni (una salita proibitiva sterrata con tratti al 29%) e Radicofani. Indimenticabile anche il tratto della Val d’Orcia dove si deve resistere alla tentazione di scendere dalla bici ogni tre secondi per scattare una foto.

La coppia Fabio e Doris  il 30 maggio dopo aver caricato i propri bagagli (forse anche troppo pieni circa 13 Kg) sulle loro Mtb  si sono diretti verso la partenza, un parco in centro di Massa. Hanno concluso la loro avventura in 6 giorni suddividendola con tappe a San Gimignano, Buonconvento, Radicofani (si raggiunge Radicofani partendo da Pienza per un tratto di 34km e quando si vede la sua torre …è ancora LONTANISSIMA), Pitigliano e finalmente il 4 giugno, Orbetello.

Sono stati giorni per fortuna accompagnati dal sole, dal profumo dei fiori nell’aria, dallo scricchiolio della ghiaia sotto le ruote, dalla polvere delle strade bianche sollevata da noi ciclisti e dalle macchine che incrociavi, dai panini o dalle paste (pici) mangiati al volo ….poi le soste per il pernottamento accompagnate da piatti tradizionali, il tutto racchiuso in questa piccola/grande impresa avventurosa che consigliamo a chiunque abbia voglia di conoscere la Toscana in un modo molto particolare.

(N.d.r. Complimenti da tutta la squadra a Fabio, Doris e a Federico per aver portato a termine questa avventura, che ci avete fatto rivivere con le vostre foto e la simpatica e piacevole recensione. Per il video ufficiale della manifestazione clicca qui ).

Lascia un commento

  • Contatore visite

    • 44815Totale letture:
    • 25Letture odierne:
    • 32976Totale visitatori:
    • 19Oggi: