Menu Chiudi

G.F. TRE VALLI TREGNAGO: 27 MARZO 2022

Dopo due anni di rinvii a causa della pandemia finalmente si è svolta, in una giornata perfetta con un clima ideale, la Gran Fondo Tre Valli Tregnago by Gist2022, alle porte di Verona, grande classica del calendario italiano, arrivata quest’anno alla ventiduesima edizione.

Il tracciato proposto è sempre lo stesso scelto per le ultime edizioni: 43 chilometri e 1290 metri di dislivello su sentieri (salita: 41% – Discesa: 35% – Pianeggiante : 24 %. Altitudine max: Monte Ferrara – 781 mt slm) che attraversano  le bellissime zone della Val d’Illasi, Tramigna e Mezzane, con partenza e arrivo fissati a Tregnago.  Il fondo è prevalentemente sterrato, con strade larghe e ben battute, e qualche “divertente” single track.  Un tracciato ideale per l’inizio della stagione quando la gamba non è ancora ben allenata

Va precisato che non tutti gli atleti della nostra squadra, iscritti già dal 2020, hanno potuto essere presenti il 27 marzo a Tregnago. I presenti:  Christian Puntaferro alla guida del mitico camper insieme a Renato Radovini e Mauro Bruni che sono arrivati già il venerdì sera, così come  Andrea Skerl e Manuela Stiastny che si sono posizionati come da tradizione in una piazzola diventata ormai “area team dell’xc team”. Al sabato sono arrivati anche David Camerini, new entry per questa gara, e Maurizio Costanzo.  

Sabato pomeriggio il gruppo compatto è entrato, dopo le formalità di rito, nell’Expo Village per il ritiro del pettorale e del pacco gara.  I nostri beniamini hanno “strisciato” più volte le carte di credito per acquistare caschi e calze colorate presso gli stand dei vari sponsor.

Quasi tutti  indossavano la nuova casacca XC Team e perciò sono stati immediatamente notati e avvicinati dal fotografo e dal giornalista della rivista “MTB Magazine”. Dopo la foto di rito, il giornalista ha lungamente intervistato sia il nostro presidente Puntaferro che il nostro parolimpico Costanzo. Attendiamo l’uscita del numero di aprile della rivista per leggere l’intervista completa.  Clicca qui e qui per accedere alla rivista.

Dopo piacevoli momenti passati in un Pub, provando vari tipi di birre, ci siamo ritrovati all’ora di cena per una pizza in compagnia e un pre-festeggiamento con Bombardino e Torta sbrisolona.

Domenica mattina verso le 10:00 eravamo pronti  poiché  le partenze erano scaglionate a seconda della griglia di appartenenza.  . Dopo il tratto iniziale in salita su asfalto la corsa è entrata nello sterrato salendo verso il monte Ferrara con tre rampe piuttosto toste dove si formavano delle processioni di atleti che spingevano i loro mezzi. Scollinato sul gpm più impegnativo si scendeva a valle affrontando rapide discese ghiaiose tra filari di viti con panorami sulla vallata e discese tecniche nel bosco come il famoso “Tobogan”: Dal minuto 6:58 – Clicca qui .  Si risaliva poi verso i 358 m. del monte Guala e dopo essere nuovamente diretti a valle, afforntando anche la “terribile” discesa del cimitero (dal minuto 1:54 – clicca qui ),  si affrontava l’ultima salita di 5 km verso la località le Cave 448 mt e infine la rapida discesa seguita da un rettilineo verso il traguardo.

Di seguito la classifica finale. Tutti soddisfatti della gara in particolare chi ha avuto modo di migliorare la propria prestazione rispetto al 2019.

Dopo la gara l’immancabile festa dell’XC Team, insieme anche a Stefano Felluga (ASD Gruppo Generali) e consorte, vicini di camper, con insaccati, formaggi, prosecco e birre, il tutto preparato con maestria da Manuela che ringraziamo anche per le foto.

Vale la pena riportare le belle parole di Mauro Bruni per descrivere queste giornate favolose passate insieme: “ Ringrazio con tutto il cuore la squadra XCTeam! Chi per la compagnia sul posto e chi per il sostegno a distanza, mi sono sentito sopportato e supportato da tutti. Grazie al Presidente Cuoricino, Christian Puntaferro, di nome e di fatto. Renato Radovini,  pezzodipane,  sempre pronto ad aiutare qualcuno, Andrea Skerl per la birra che non manca mai, Manuela Stiastny per il tifo e l’anticipo missione che Edo dovrà affrontare e David Camerini per l’esordio in maglia ufficiale. Un applauso enorme e speciale per Maurizio Costanzo,  vi assicuro che la gara non era  affatto semplice, e con le sue evidenti difficoltà ha fatto passi da gigante!  Non sarò mai forte come Cefuta, ma sarò sempre fiero e felice di condividere il mio tempo con voi! Grazie”.

Posted in Gare mtb

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.